Reverse Charge

Cos’è il Reverse Charge? 

E’ il meccanismo dell'inversione contabile (dall'inglese reverse charge) introdotto dall’articolo 17 comma 6 del Dpr 633/1972, che praticamente elimina la detrazione dell'Iva sugli acquisti.

Per effetto del Reverse Charge, l’acquirente di beni o prestazione di servizi, se soggetto passivo nel territorio dello Stato, è tenuto all'assolvimento dell'imposta al posto del venditore.

Il destinatario della cessione di beni o della prestazione del servizio deve integrare la fattura ricevuta con l'indicazione dell'aliquota propria della operazione messa in essere dal cedente o prestatore del servizio, della relativa imposta e inoltre deve registrare il documento sia nel registro delle fatture emesse o dei corrispettivi, che nel registro degli acquisti a tal punto da rendere neutrale l'effetto della imposta

Chi ne usufruisce?

Se il cliente, possessore di partita iva, ha specificato nell’oggetto sociale dell’azienda rivendita di telefonia, informatica, elettronica e si (auto)qualifica, di fronte ai propri fornitori, come imprenditore o professionista, che quindi rivende i prodotti acquistati, l'Iva non gli viene applicata.

Se invece il cliente è un consumatore finale, l'Iva gli dovrà essere addebitata.

 

Come fare per usufruirne?

Ti basterà inviare a info@powertechstore.com oppure attraverso il nostro helpdesk, cliccando qui, copia della visura camerale aggiornata ove si evinca la rivendita di almeno una tra le seguenti categorie:
  • Telefonia cellulare
  • CPU
  • Notebook
  • Tablet
  • Console di gioco
Entro 24 ore verrai abilitato al regime di Reverse Charge. 
 
 
Image and video hosting by TinyPic

Registrati
Se non sei ancora registrato, compila il form sottostante per accedere ai nostri servizi.

(solo se azienda)



(Inserisci il testo che vedi nell'immagine)

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

 
(*) Campi obbligatori